Innamorata di un angelo

Titolo: Innamorata di un angelo

Autore: Federica Bosco

Editore: Newton Compton

Anno: 2011

Pagine: 379

Genere: Drama YA

IL VOTO DELLA KATE: 7

SINOSSI:
«Una mattina ti svegli e sei un’adolescente. Così, senza un avvertimento, dall’oggi al domani, ti svegli nel corpo di una sconosciuta che si vede in sovrappeso, odia tutti, si veste solo di nero e ha pensieri suicidi l’84% del tempo. E io non facevo eccezione». Questa è Mia, sedici anni, ribelle, ironica, determinata, sempre pronta ad affrontare con tenacia le incertezze della sua età: scuola, compagni, genitori separati, e un rapporto burrascoso con la madre single che la adora, ma è una vera frana in fatto di uomini. Mia insegue da sempre un grande e irrinunciabile sogno: entrare alla Royal Ballet School di Londra, la scuola di danza più prestigiosa al mondo, dove le selezioni sono durissime e il costo della retta è troppo alto per una madre sola. A complicare la sua vita c’è l’amore intenso e segreto per Patrick, il fratello della sua migliore amica, un ragazzo così incantevole e unico da sembrare un angelo, che però la considera una sorella minore. La passione per la danza e quella per Patrick sono talmente forti e indissolubili che Mia non sarebbe mai in grado di rinunciare a una delle due. Fino a quando il destino, inevitabile e sfrontato, la metterà davanti a una delle più dolorose e difficili scelte della sua vita.

LA RECE DELLA KATE:

Premessa:

Non avevo capito una beneamata mazza e pensavo si trattasse di un fantasy YA.

Che ne so, sta cover gotica… Sto angelo.

Che ne so io, raga.

Comunque no.

Non è nulla di fantasy.

È un romanzo estremamente leggero (ai limiti dell’evanescenza) che racconta le gatte da pelare di una sedicenne italiana che vive vicino Londra (perché farla vivere a Codigoro faceva brutto) con una madre italiana e un filo isterica imbarcata in una relazione con un uomo brutto e bolso e un padre inglese che non la caga e che vive ormai da anni con un’altra donna in un’altra casa con altri bambini.

Poi c’è la migliore amica, e il fratello della migliore amica.

La danza.

I litigi le urla i pianti dammi i soldi per andare alla royal ballet school! Non li ho porca miseria!

300 pagine di nulla assoluto e una chiusa del tutto inaspettata e decisamente esagerata, se posso dire la mia.

Io non sono nessuno per dirlo, sia chiaro.

400mila copie vendute.

Mica banane.

Però ecco. Mi pare un finale un cicinino drammatico per uno YA che fino a due pagine prima faceva venire il latte alle ginocchia dalla banalità.

Ma.

Io non ho sedici anni.

Quindi.

A parte i troppi riferimenti al sesso (non vorrei essere fuori moda ma a 16 anni possiamo evitare di farle trombare come ricci? Non è che sia proprio l’età più adatta e desiderabile. Penso si possa parlare anche di altro. Penso.) il romanzo è assolutamente in target e la storia d’amore fa davvero sognare.

Sognare, appunto.

Perché nella realtà uomini così non esistono. Men che meno 19enni.

Ragazze…

Non

Esistono.

STOP.

Poi te lo dico che diventiamo criticone e depresse e scontente e frustrate.

Cresciamo leggendo libri del genere e ci facciamo strani film!!!

Pensiamo che là fuori gli uomini siano così!!!

È gravissimo!!!

Sarà meglio svegliarsi.

Ma se avete voglia d’ammmmmmmmore… Leggete pure.

Vi terrà buonissima compagnia 🙂

Parola di Kate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...