I love shopping a Las Vegas

I-love-shopping-a-Las-Vegas-di-Sophie-Kinsella-Shopaholic-series-I-love-shopping-8

Titolo: I love shopping a Las Vegas

Autore: Sophie Kinsella

Editore: Mondadori

Anno: 2016

Pagine: 305

Prezzo: 20 euro per il formato cartaceo – 9,99 euro per il formato digitale

Il voto della Kate: 6

SINOSSI:

Becky Bloomwood, da poco trasferitasi a Los Angeles con Luke e la piccola Minnie, viene raggiunta negli Stati Uniti dall’amica del cuore Suze e da suo marito Tarquin, nonché dai genitori e dalla loro vicina di casa Janice. Quando all’improvviso suo padre scompare nel nulla insieme a Tarquin, Becky decide di intraprendere con gli altri un viaggio avventuroso sulle loro tracce a bordo di un camper che li porterà fino a Las Vegas. Ma dove sono finiti suo padre e Tarquin? Perché se ne sono andati in fretta e furia senza dare spiegazioni a nessuno? L’atmosfera sul camper è molto tesa perché Suze, che sembra essere sempre più legata ad Alicia, la famigerata “Stronza dalle Gambe Lunghe”, le ha chiesto di unirsi al gruppo e la madre di Becky, comprensibilmente scossa per l’assenza ingiustificata del marito, decide di coinvolgere anche la temibile consuocera Elinor… Guai in vista! Sullo sfondo di luoghi desertici e paesaggi mozzafiato ha così inizio una vera e propria “missione di soccorso” capitanata dalla nostra indomita protagonista, che si troverà di fronte a non pochi ostacoli ma inventerà mille strampalati stratagemmi per ritrovare suo padre e Tarquin e scoprire cosa si nasconde dietro il loro viaggio misterioso. Con I love shopping a Las Vegas Sophie Kinsella scrive con l’immancabile stile e arguzia un nuovo capitolo della vita di Becky, che si cimenta in un esilarante viaggio on the road nel selvaggio West americano, regalandoci momenti di pura spensieratezza.

LA RECE DELLA KATE:

Oh, santo cielo, io odio le saghe!

Un libro esce a gennaio 2010, il secondo a maggio 2014 e il terzo a settembre 2016. E loro, gli editori, pretendono pure che noi lettori ci ricordiamo tutto ciò che è successo nel libro precedente! Mi è capitato con L’atlante di fuoco e mi capiterà tra poco con il seguito de La quinta onda, un distopico fantasy a tema alieni.

Editori, dico sul serio: per quanto uno possa essere appassionato di lettura, la vita va avanti. Ci sono i figli, la scuola, il lavoro, la famiglia, gli amici, gli animali domestici, il bollo, l’assicurazione, la spesa del sabato, le pulizie della domenica e soprattutto tanti, tanti, tanti e ancora tanti altri libri da leggere. Se in un anno leggo all’incirca 150 libri, in due anni ne leggo 300. E dopo 300 libri io DAVVERO dovrei ricordarmi cos’è successo nel primo o secondo libro della saga???

No, ma dico, scherziamo?

Il caso di I love shopping è appena diverso. Pur facendo parte di una collana unica, le avventure di Rebecca sono slegate le une dalle altre, e ogni libro è da considerarsi quasi autoconclusivo. Quasi. Basti sapere che è sposata con un uomo molto bello e molto ricco che lavora nell’ambito della finanza internazionale (una roba del genere), che ha una figlia che si chiama Minnie, che ha una dipendenza dallo shopping (ma va?!), che ha una migliore amica che ha sposato un ragazzo un po’ imbranato ma ricchissimo e molto dolce, che ha un migliore amico che è uno stilista affermato e altre due o tre cosine. Il gioco è fatto e la saga I love shopping viene letta, random, da ormai (fatemi guardare) … urca, da ormai quindici anni, signori e signore!

Il caso di I love shopping a Las Vegas è, però, appena diverso perché è il seguito de I love shopping a Hollywood, il precedente romanzo della Kinsella. E ne è così taaanto il seguito che l’impressione è quella che fosse un libro unico. Ma potrei sbagliarmi.

Insomma, la farò breve.

Mentre sono negli Stati Uniti, il padre di Rebecca scompare insieme al marito di Suze, la migliore amica di Rebecca. Ovviamente questa scomparsa dà la stura a tutta una serie di eventi che si rivelerà un can-can di personaggi e situazioni che si danno il cambio come se si trovassero su una giostra impazzita. Rebecca, suo marito, sua madre, la vicina di casa di sua madre, la migliore amica Suze e la perfida Alicia si troveranno a viaggiare su un camper lungo le polverose strade americane alla ricerca di un indizio che li possa mettere sulle tracce del padre di Becky. Tutto sembra riportare a una vecchissima storia accaduta molti anni prima (e accennata, appunto, in I love shopping a Hollywood) tra il padre di Rebecca e i suoi amici. Giovani e pieni di speranze inventarono una molla. Sì, una molla. Nato come una specie di scherzo, la molla venne però brevettata e, come ogni idea geniale, fruttò dei soldi. Soldi che, di diritto, sarebbero dovuti spettare a tutti gli amici. In un mondo perfetto. Ma non nel mondo piuttosto incasinato di Rebecca.

Non sono una detrattrice dei chick-lit, trovo che a piccole dosi siano divertenti e utili a un certo tipo di rilassamento mentale.

Ma questo, mia cara Kinsella, è un flop.

Becky, che di solito tira (giustamente) le fila di tutti i romanzi, in questo è completamente assente. Presente fisicamente sul camper e in giro per l’America, è però totalmente assente moralmente. La sua migliore amica pare preferire Alicia e un altro dolore la affligge. Il risultato è che è quasi sempre lamentosa, piagnucolosa o arrabbiata. E soprattutto: non fa shopping. Il clima generale del libro è troppo ansiogeno, spesso iroso, molto teso. E per un chick-lit non è che sia proprio il massimo…

Insomma, una recensione scialba per un romanzo piuttosto scialbo che è riuscito nell’intento di deludere anche le pochissime aspettative che avevo.

Comincerò questa sera a leggere l’ultimo romanzo scritto utilizzando il suo pseudonimo, Vacanze in villa. Speriamo di riuscire a farne una recensione appena appena migliore!

Nel frattempo non mi sento, in tutta onestà, di consigliare questo I love shopping a Las Vegas a qualcuno, nemmeno a chi, come me, ha seguito tutta la saga. Penso si possa passare senza nessun problema al libro successivo.

Buona giornata, amici!

Anche perché, attenzione! Non dimentichiamoci che si tratta sempre di 20 euro per il cartaceo e 10 per il formato digitale. Sono molti soldi. Moltissimi, di questi tempi. E vale la pena leggere cose, se non bellissime, almeno passabili e divertenti.

Annunci

Un pensiero su “I love shopping a Las Vegas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...