Petali di luna (Once Upon a Steam Vol. 2)

r-m-stuart-petali-di-luna

Titolo: Petali di luna

Autore: R. M. Stuart

Editore: Dunwich

Anno: 2015

Pagine: 92

Prezzo: 0,99 in formato digitale su Amazon Kindle

SINOSSI:

In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. Rose e Tristan, cresciuti assieme in una (ir)realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi “la bella addormentata”, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. Sarà la morte più potente della sorte? Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood.

LA RECE DELLA KATE:

Lei è una principessa (della favole, certamente), lui un famiglio (da uomo bellissimo a lupo affascinante). Sono legati da sempre e per sempre, perché lui ha il compito di difendere la principessa a costo della propria vita.

Ma c’è molto di più e molto di altro, perché se è pur vero che di fatto lui non è un umano e che lei ha sangue blu che le scorre nelle minuscole e regali vene, è anche vero che al cuore e agli ormoni non si comanda e tra i due ragazzi – anche se la cosa pare abominevole alle zie di Rose – scorrono fiumi di miele e d’amore.

Rose e Tristan fanno parte del mondo incantato di Steamwood, quello che abbiamo già conosciuto leggendo il primo volume della serie; un mondo popolato da regine e streghe delle fiabe ma anche di complessi meccanismi, vapori che fuoriescono dal terreno, macchine e aggeggi che producono rumori di ferraglia, nani e bianconigli e tutto il resto che ben sappiamo. Purtroppo, però, sono confinati nell’Irrealtà, un mondo lontano dal loro che però tiene in vita Rose, vittima dalla nascita dell’incantesimo di Malefica. Solo nell’Irrealtà Rose può permettersi di vivere e di non cadere addormentata per sempre.

Ma è vittima di terribili sogni e di sonni lunghissimi dai quali Tristan cerca, per amore e per obbligo, di salvarla. Ma alla fine solo un enorme sacrificio potrà salvare la bellissima principessa.

Dopo Biancaneve, la Stuart ci porta nel mondo incantato della Bella Addormentata e ci fa conoscere l’amore, quello romantico e senza tempo, quello delle favole che talvolta diventano realtà, quello che non conosce confini o provenienza, quello che non importa chi tu sia, io ti salverò e avrò cura di te. È il racconto di un amore sospeso nel tempo che ricorda da vicino, per i dialoghi e per il linguaggio usato, i romance più famosi, quelli classici e imperituri. Purtroppo, dando così tanto spazio all’amore (immaginiamo sia un marchio di fabbrica dell’autrice) e al rapporto tra i due protagonisti, si viene a perdere un pochino l’afflato steampunk che invece era ben presente e chiaro nel primo capitolo della serie e che dava poi un senso preciso a tutto questo divertente progetto della Dunwich.

È un degno seguito del primo volume adatto sì a tutte le amanti delle favole classiche, ma adatto anche alle amanti del romance più spietato. Non mancano amore, passione e struggimenti del cuore. Un racconto perfetto per le fredde serate autunnali.

Annunci

3 pensieri su “Petali di luna (Once Upon a Steam Vol. 2)

  1. Pingback: Rosa meccanica (Once Upon a Steam Vol. 3) – La Kate dei libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...