Guida astrologica per cuori infranti

Guida-astrologica-per-cuori-infranti

(Queste cover furbine devono sparire dalla circolazione. È imperativo.)

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti

Autore: Silvia Zucca

Editore: Nord

Anno: 2015

Pagine: 468

Prezzo: 9,99 euro in formato digitale e 13,94 euro in formato cartaceo

SINOSSI:

Trent’anni passati da un po’, single (non per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice… peccato sia stato assunto come “tagliatore di teste”. Insomma: non ce n’è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l’astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una “vera” lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l’anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l’affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada. In corso di traduzione in 15 Paesi, «Guida astrologica per cuori infranti» racconta con brio e pungente ironia i successi e i disastri di una donna piena di vita, di contraddizioni, di speranze. Una donna come noi. Perché anche se non crediamo nelle stelle, non possiamo fare a meno di guardarle.

LA RECE DELLA KATE:

Fate una prova. Andate sulla pagina principale di google e cercate: Guida astrologica per cuori infranti.

Io credo – non sono una smanettona – che i risultati siano uguali per tutti. E il primo risultato tra tutti è:

Il libro che si candida a essere il bestseller del 2015.» la Repubblica – «Guida astrologica per cuori infranti è già un fenomeno in 15 paesi.»

L’esplosione di gaudio continua tenendo in mano il libro cartaceo, dal quale si apprende che non appena i vari editori hanno letto il manoscritto si sono praticamente tolti le mutande e poi picchiati selvaggiamente a sangue per avere i diritti dell’incredibile e mirabolante e divertente e irriverente romanzo.

Incredibile, sì.

Incredibilmente scemo.

Se quindici (quindici, non due) Paesi lo considerano un fenomeno, e stiamo parlando SOLO di un libro, viene però da chiedersi quale diavolo sarà il destino dell’umanità intera.

Non vorrei sembrare inutilmente acida, soprattutto dopo quasi un mese di inattività, sia chiaro, ma c’è seriamente qualcosa che non va. Chiariamoci ulteriormente: io.non.so.scrivere.romanzi. Posso scribacchiare qualche racconto sul mio blog o su facebook deliziando (?) tutti coloro che, come me, amano parlare d’amore, certo. Ma non posso certamente mettermi lì, a capo chino, a scrivere un romanzo da quasi quattrocento pagine (ma nemmeno cinquanta, perdiana!). Silvia Zucca ce l’ha fatta. Si è messa lì, a capo chino, ha scritto quattrocento pagine e adesso QUINDICI Paesi si contendono il suo romanzo a colpi di copertine rigide e scaffali Ikea, La Zucca, se tutto va bene, è una donna ricca.

Ma a quale prezzo?

Il romanzo è poco più di un tema delle scuole medie infarcito di termini addirittura dialettali (Il “ma anche no” della protagonista mi ha fatto accapponare la pelle), situazioni amorose piene di cliché, personaggi-macchietta che nella vita reale non troveremmo nemmeno mettendo un annuncio su Famiglia Cristiana, Novella2000 e DonnaModerna e dialoghi che, allo stesso modo, risultano quindi stereotipati, falsi come una banconota da due euro e smielati come un film di Winnie the Pooh che dura quattro ore.

E se è vero che a leggere sono soprattutto le donne e soprattutto le donne giovani… è davvero questo quello che vogliamo che la gente legga? Vogliamo davvero veder scritto su un libro che quindici Paesi si contendono “Ma anche no?”.

Anche no.

E a chi mi dice che se leggo horror allora non ho gusto e dovrei dedicarmi a qualcosa di diverso, che l’horror non mi fa onore, che io merito di più… io farei leggere questa roba qui. I romanzi horror o thriller che recensisco scritti da esordienti vincono dieci a zero su questi chick-lit riempi-scaffale e rintrona-gente.

Gente che sa scrivere ESISTE.

Per quanto mi riguarda, la Zucca non fa parte di questa affascinante élite.

Non me ne voglia.

Tornando a bomba, il romanzo è adatto a chi vuole rilassarsi, a chi crede nell’astrologia (magari due sorrisi se li fa) e a chi, a trent’anni, non ha ancora trovato un senso alla vita.

Annunci

2 pensieri su “Guida astrologica per cuori infranti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...