Sorelle

41f6UdadVnL._SY344_BO1,204,203,200_

Titolo: Sorelle

Autore: Campbell Ellie

Editore: Mondadori

Pagine: 466

Anno: 2008

Prezzo: 10 euro in formato cartaceo

SINOSSI:

Per la prima volta dopo anni le quattro sorelle MacLeod si ritrovano sotto lo stesso tetto, nella casa dei genitori. L’occasione sono le nozze della bella e vanitosa Natalie, tutta presa a organizzare il suo matrimonio perfetto. Attorno all’evento, in un caleidoscopico e scoppiettante confronto, si concentrano i piccoli grandi drammi di ognuna: Avril, agente cinematografica superimpegnata, che sentimentalmente colleziona avventure; Milly, madre di quattro figli, indaffarata e depressa, che vorrebbe riuscire a indossare qualcosa di diverso dai suoi abiti premaman; infine la piccola Hazel, inquieta e ribelle, disposta a tutto pur di essere finalmente considerata grande. Ma un inatteso e tragico evento farà passare ansie e desideri di ciascuna di loro in secondo piano, costringendo le quattro donne ad aprire gli armadi segreti di casa MacLeod, e a scoprirli pieni di fantasmi…

LA RECE DELLA KATE:

Le sorelle MacLeod (ma non c’era un telefilm che si chiamava così?!) sono irresistibili. Avril è ricca e un pochino arida di sentimenti, non ha marito né figli, ma una carriera sfolgorante e invidiabile. Natalie è viziata e dispotica, sta per sposarsi e terrorizza chiunque. Milly è la classica madre di famiglia, ha quattro figli, tanti chili in più e un marito assente. Hazel, è irrequieta, ironica e avventurosa. Poi ci sono Peggy, la mamma irriverente e sopra le righe e un papà che potrebbe bere meno.

È una famiglia numerosa come tante altre e anche in questo caso si può considerare che, tutto sommato, non solo tutte le famiglie ma anche tutte le sorelle si somigliano un po’: vicine ma in competizione, amiche ma pronte a pugnalarsi, sempre presenti soprattutto quando c’è da dare consigli non richiesti. Le nostre quattro protagoniste risultano quindi incredibilmente umane e reali, molto vicine al lettore, molto credibili. Certamente, per dovere di narrazione, qui ne succedono di cotte e di crude; situazioni al limite che però, vedrete, vi faranno divertire moltissimo.

Lo stile di scrittura è pulito e scorrevole e, se pur non sarà mai in lizza per uno Strega, è un romanzo molto dolce, molto lieve, incredibilmente divertente e anche commovente. Sarà perché quando si parla di famiglia io mi sciolgo sempre un po’; sarà perché a forza di leggere horror (sorrido) mi dimentico che il lieto fine è ancora possibile; sarà perché il tema della sorellanza, avendo io due sorelle più grandi di me, mi è sempre molto caro, ma ho letteralmente “bevuto” questo romanzo che, tra le altre cose, è anche molto corposo. Nonostante tutto, nonostante sia molto lungo, non scade mai nel già detto o nella ripetizione utile solo a gonfiare le pagine (e quindi il prezzo) ma non fa altro che far entrare sempre di più e sempre meglio chi legge all’interno della famiglia, non fa altro che delineare sempre di più caratteri, difetti, pregi, idiosincrasie. Capitolo dopo capitolo avremo la possibilità di cambiare il famoso POV (punto di vista) e seguire ognuna delle protagoniste, scoprire segreti e verità, scandagliare senza pietà i loro animi e arrivare alla fine del romanzo con un livello di empatia pari a cento su cento.

Insomma, per me è un perfetto libro da estate, da ombrellone e da tintarella.

Consigliatissimo!

(E se poi vi piace questo tipo di romanzo, vi consiglio in men che non si dica, e veloce come la luce Ritorno a casa, della Pilcher.)

LA CITAZIONE:

“Le sorelle conoscono i tuoi punti deboli – accidenti se li conoscono! Con tanti ricordi condivisi sanno esattamente cosa dire per ferirti in profondità. Poi, però, c’è anche un senso dell’umorismo complice, cose di cui ridere come pazze, mentre un estraneo non capirebbe perché, e la certezza che, nonostante i litigi e le sfuriate, si sarà sempre presenti per l’altra. Tra sorelle ci si può insultare quanto si vuole, ma se ci prova qualcun altro ad attaccarle, le si difende fino alla morte, com’è vero Iddio.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...