Alba di luna

COVER-ALBA-DI-LUNA_avorio2-275x370

Titolo: Alba di luna

Autore: Matteo Gambaro

Editore: Nero press

Anno: 2015

Pagine: 100

Formato: ebook

Prezzo: 1,49 euro

SINOSSI:

Venezia, la vita di un giovane impiegato viene stravolta dall’incontro con Gisèle, una ragazza francese che gli cattura il cuore, e dalla visita di una creatura oscura che lentamente trasforma la sua esistenza in un incubo. Giorno dopo giorno, precipita in un baratro senza fine, la volontà azzerata, la coscienza ridotta a barlumi di sensazioni frammentate. La lotta in cui dovrà misurarsi per uscirne non sarà semplice, soprattutto quando capirà che la stessa vita di Gisèle è in pericolo. Alba di Luna rappresenta il primo volume di una serie sulle creature notturne più affascinanti e temibili di sempre: i vampiri.

LA RECE DELLA KATE:

Solitamente, chi sa scrivere, parla di “lenta discesa all’inferno” per descrivere una sequenze di eventi che, una volta inanellati, fanno cadere il lettore (o lo spettatore) in una spirale di orrore in modo fluido e quasi ozioso. Lentamente, appunto.

La discesa all’inferno del protagonista della nostra storia non è, invece, affatto lenta o oziosa. Quando lo incontriamo pare esserci già, all’inferno. La perdita di un caro amico lo ha fatto cadere in una sorta di dolorosa catatonia, perso tra fumi dell’alcool e pensieri foschi. Ed è proprio quando sta per riprendere le forze che incontra Gisèle, giovane donna vivace, bella, energica. E’ quello che ci vuole, qui e ora. Una bella ragazza giovane e bella da poter corteggiare, baciare, alla quale fare l’amore, tornare alla vita, alla normalità, per non fare più quei brutti sogni, per non bere più, per rimanere attaccato alla realtà e ricominciare da zero, magari con lei. Ma si sa, l’orrore è sempre dietro l’angolo. Anche per lui, soprattutto per lui. Una Voce insinuante, pericolosa, terribile eppure irresistibile, eccitante, che fa sottomettere, inginocchiare, prostrare, gettare indietro la testa e mostrare il collo, gemere “prendimi”. Voce che diventa ombra, ombra che diventa materia, materia terrifica e orribile, ma ugualmente attraente. Corpo latore di morte che sugge ogni linfa vitale, che eccita, che fa ansimare, che porta al lento abbandono del corpo e della realtà alla quale lui aveva cercato coraggiosamente di aggrapparsi nonostante tutto.

Scompare tutto, tutto.

Rimangono due buchini sulla pelle, un corpo privato delle proprie forze, un turbinio di parole, di verbi all’infinito, di punti e di virgole che sembrano rincorrersi in un moto orgiastico. E’ proprio lo stile di scrittura che fa la differenza. Verbi, verbi e ancora verbi. Punti, punti e ancora punti. Virgole, virgole e ancora virgole. Non c’è niente di lento; stiamo correndo, inseguiti dal terrore, bagnati di un sudore ghiacciato, il rombo del sangue dentro la testa, dentro le orecchie, le gambe che cedono per lo sforzo della corsa, urla di paura alle nostre spalle. Si corre, si corre, si insegue una normalità che scompare a ogni passo che compiamo nella sua direzione, ogni volta che gridiamo il suo nome, che gridiamo il nome di quello che eravamo e che non saremo più.

Gambaro, con Alba di luna, è andato all’inferno e ha portato anche noi.

LA CITAZIONE:

Dalla finestra spalancata entra la luce del lampione, ritagliando nel buio le sagome del tavolo da disegno, dell’alto sgabello, della figura umana immobile che mi attende, forse da ore.

Lei dov’è?

Ancora la Voce: irresistibile, tanto profonda da vibrarmi dentro, in controtempo con la mia anima.

Paura: della risposta, della reazione.

– E’ andata via

Silenzio cupo, pesante.

Tu sei mio?

Sì.

Mi vuoi?

Oh, sì. Sì!

Uno scintillio distante, il suo sorriso d’avorio.

Annunci

2 pensieri su “Alba di luna

  1. L’ha ribloggato su lagunawebloge ha commentato:
    Intensa recensione de “La Kate dei libri” per Alba di luna.
    Scrive la Kate: “Gambaro, con Alba di luna, è andato all’inferno e ha portato anche noi.”
    Che ci si creda o meno, quello era proprio il mio intento originario. Grazie Kate.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...