La tombola dei troiai

cover

Titolo: La tombola dei troiai

Autore: Marco Malvaldi

Editore: Sellerio Editore Palermo

Anno: 2015

Formato: solo ebook

Pagine: 55

Prezzo: 2,99 euro

SINOSSI:

Il bello di un regalo è la sorpresa, e in ogni sorpresa può nascondersi un segreto, un mistero, e, perché no, anche un delitto. I vecchietti del BarLume e il ‘barrista’ Massimo alla prese con l’indagine del regalo di Natale.

LA RECE DELLA KATE:

L’unico modo per approcciarsi a questo racconto lungo (55 pagine, immagino di poterlo chiamare racconto lungo) è provare a ribaltare la mia recensione a Storia proibita di una geisha, che vi ho proposto due giorni fa.

Cosa avevo scritto di quel romanzo?

Avevo scritto che pur non essendo scritto in uno stile propriamente accattivante, la storia era talmente ricca di fascino e talmente ammaliante da riuscire comunque a catturare il lettore.

Bene, adesso non ci resta che ribaltare la faccenda, giusto? Giusto.

Malvaldi non dice niente di nuovo e propone gialli (sto parlando della serie del Bar Lume) abbastanza tipici e lineari, talmente brevi che scivolano via in quel la
sso di tempo che ci serve per decidere di spegnere la luce e metterci a dormire una volta per tutte. Sono ambientati tutti nello stesso paesino, i protagonisti sono sempre gli stessi, le atmosfere più o meno sempre le stesse, può cambiare la stagione quindi può esserci più o meno freddo, possono sudare o, come in questo caso, rifugiarsi nel bar di Massimo il barrista per proteggersi dal freddo dicembrino ma, fondamentalmente, le cose macroscopiche, le cose importanti per il vero lettore di Malvaldi, non cambiano.

Ci troviamo sempre in questo paesino immaginario della Toscana, Pineta. Dentro al bar di Massimo il barrista, il Bar Lume. Dentro al bar, sempre gli stessi rassicuranti e divertenti personaggi: Massimo, ovviamente, e un’allegra e improbabile manciata di anziani ottuagenari con il pallino dell’investigazione.

Poi accadrà qualcosa, il più delle volte un delitto. Gli anziani cercheranno di scoprire il colpevole e Massimo, volente o nolente, li aiuterà. Caso risolto, tutti a casa.

Detta così, ne converrete, non fa né caldo né freddo. Anzi, è abbastanza insipido. Ovviamente, giacché io sono una grande fan del Malvaldi, deve esserci un MA grosso come una casa, giusto?

E c’è.

E’ lo stile di questo meraviglioso scrittore italiano che diverte, fa sorridere e ridere. E’ dotato di una mente brillante e di un’ironia mai eccessiva o forzatamente studiata. Il lettore si sente accolto nella famiglia del Bar Lume, si siede al tavolino, beve il cappuccino di Massimo e ascolta. Siamo lì con loro, capite cosa voglio dire? E’ tutto talmente intimo e familiare, tutto talmente stretto dentro questa cittadina che farà duemila abitanti a dire tanto, che alla fine ci sentiamo anche noi un pochino Pinetani, sempre che gli abitanti di questo paesino immaginario possano chiamarsi così.

Il dialetto toscano imperversa e non stona mai, non ci si sente mai tagliati fuori, mai esclusi. E’ tutto comprensibilissimo, alla portata di mano tanto del toscano doc quanto del siracusano o dell’anconetano. Tutti, tutti lì attorno a Massimo, Aldo e agli altri incredibili e spassosi protagonisti dei romanzi di questo bravissimo autore toscano.

Ancora una volta, quindi, sorrisi e risate senza pietà.

Assolutamente consigliato, un download quasi obbligatorio.

Buona lettura!

(Sig. capo Sellerio Editore, trovai dei refusi, ghghghghgh!)

Annunci

Un pensiero su “La tombola dei troiai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...