Salvanima

salvanima-275x370

Titolo: Salvanima

Autore: Simone Lega

Editore: Nero Press

Anno: 2014

Prezzo: 0,99 euro

SINOSSI:

Sei amici, un progetto incredibile per salvare uno di loro dalla morte. Ma imprigionare la sua anima dentro un computer si rivelerà una mossa azzardata che sprofonderà tutti loro in una spirale d’orrore.
Simone Lega gioca – e sa farlo – con la psicologia dei personaggi, costruendo una storia plausibile da ogni punto di vista. Persino l’elemento irrazionale vi colpirà, risultando oltremodo verosimile.
Amicizia, passione, lealtà saranno messi alla prova e ognuno dei sei protagonisti si troverà suo malgrado coinvolto in una discesa all’inferno senza via d’uscita.

LA RECE DELLA KATE:

Credo che titolo e cover di questo ebook abbiano il grande pregio di catturare moltissimo l’attenzione.
Se non altro, lo hanno fatto con me.
Da molto tempo desideravo leggere questo racconto lungo edito da Nero Press, e ieri sera, infine, l’ho fatto.
A Simone Lega basta un’ora (e una manciatina di pagine) per acciuffare il lettore per la collottola e trascinarlo, volente o nolente, in un’atmosfera da incubo. La sinossi, del resto, è molto chiara. Sei amici con un progetto ambizioso e spaventoso: imprigionare un’anima dentro a un computer. Perché se l’anima davvero esiste, quando il cuore smette di battere e il sangue di fluire nelle vene e il cervello di funzionare… qualcosa potrà e dovrà ben accadere all’anima, no?
Non è forse una delle Grandi Domandi dell’Umanità con tanto di lettere maiuscole?
Direi proprio di sì.
Ebbene, il progetto Salvanima si concretizza, prende vita, è realtà che diventa prima gioia, euforia, poi paura, poi terrore, poi una discesa rapidissima nella follia e nell’inferno.
E’ un viaggio breve ma molto intenso e molto credibile, quello che compiamo leggendo questo racconto lungo.
Il punto, vedete, è che a volte gli emergenti italiani scrivono davvero belle cose ma piuttosto ingenue, con dialoghi non brillantissimi e plot visti e rivisti, letti e riletti.
Io credo che Simone Lega, invece, abbia creato qualcosa di davvero molto bello, godibile, fresco eppure realmente in grado di dare i brividi che solo i classici riuscivano a dare, e il tutto con uno stile di scrittura estremamente semplice, estremamente lineare, senza quei voli pindarici, quel giocare con le parole che a volte non solo tolgono pathos ma anzi danneggiano l’opera e l’autore.
Gli esercizi di stile, a noi, non piacciono.
Consigliato a chi non ha tempo, adesso come adesso, di cominciare un romanzo vero e proprio, a chi ama il brivido ma non le cose splatter e a chi ha amato il film Transcendence.
Buona lettura a tutti!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...