La vigna di Angelica

cover

Titolo: La vigna di Angelica

Autore: Sveva Casati Modignani

Editore: Sperling&Kupfer

Anno: 2015

Pagine: 516

Prezzo: 16,92 euro

SINOSSI

Lunghi filari di viti si adagiano sui morbidi pendii di Borgo Franco. Da due secoli la famiglia Brugliani è proprietaria di ciò che resta dell’antico monastero in cima al colle e di quelle vigne, curate con pazienza per trarne vini pregiati e inimitabili. A trentacinque anni, Angelica è l’erede della tradizione e del patrimonio famigliare. Madre, moglie, imprenditrice di successo: tutto sembra perfetto nella sua vita. Solo lei sa che dietro quella facciata si nasconde una zona d’ombra, una verità fatta di menzogne, quelle del marito, e di tanti sogni infranti. Tuttavia, nulla può scalfirla, perché Angelica è una donna forte e determinata, e saprà trovare un nuovo inizio e una nuova felicità nel suo privato con la stessa tenacia e passione che dedica da sempre ai suoi vigneti. Perché è la terra a dare un vero senso alla sua vita, e da lì tutto può ricominciare.

LA RECE DI KATE:

Sveva Casati è la mia coperta di Linus, un divano sformato e pieno di bozzi ma confortevole e scontato come l’abbraccio di una madre.
Non vi saprei dire se ho letto tutti i suoi romanzi, ma poco importa.
La cosa importante è che come le canzoni di Eros Ramazzotti sono tutte uguali da trent’anni, così i libri di questa autrice sono uguali uno all’altro dall’alba dei tempi.
Dopo l’esperienza fallimentare e davvero umiliante de La moglie magica, ci si può aspettare che la casa editrice abbia redarguito l’autrice chiedendole, per carità, di smetterla con le baggianate e di tornare a più miti consigli.
E così lei ha fatto.
Il plot, quindi, torna quello di un tempo, dei suoi romanzi più classici e famosi, il caro vecchio e rassicurante romance italiano.
Una donna molto bella e molto ricca, un passato sconvolgente.
Un marito che la tradisce per sfizio molto bello e molto ricco con un passato sconvolgente ma meno sconvolgente rispetto a quello della moglie, perché altrimenti non c’è gusto, le donne devono essere migliori degli uomini.
Una figlia molto bella molto ricca che ha 14 anni ma si comporta e parla come una di venti-ventidue anni.
Servitù sparsa molto devota.
E via, uomini a manciate, naturalmente tutti pendenti dalle labbra della protagonista. Ovviamente uomini potenti e bellissimi. Ovviamente.
Et voilà, il gioco è fatto, la colazione servita e il romanzo scodellato in tutte le librerie italiane (e non solo).
Altro che La moglie magica, la magia è come questa donna riesca a vendere ancora.
Eppure, io stessa non ho resistito e ho cliccato per il download.
E mi sono pure divertita tantissimo, vi dirò!
Uno di quei libri “EEGpiatto, come li chiamo io. La meraviglia di trovarsi davanti a qualcosa che già conosciamo, il potere del già visto, del già conosciuto. La rassicurante coperta dell’ovvietà. Non ci saranno sbalzi umorali, parolacce, scene erotiche, paesaggi troppo esotici.
La Casati ci porta sempre negli stessi posti, con gli stessi personaggi, a leggere le stesse cose e con chiuse sempre uguali.
Ci porta prima all’estremo nord, poi all’estremo sud, poi all’estero. Così, sempre, libro dopo libro, in un deciso susseguirsi di personaggi che vengono presentati (sempre) con un flash back lunghissimo nel quale viene raccontata tuuuuuuuuuuuuuuutta la loro vita. Sempre. Con dialoghi al limite della fiction di second’ordine. Dialoghi imbalsamati, per niente realistici, totalmente lontani da una realtà plausibile.
Però, come vi dicevo, mi ci sono divertita. E non me ne vergogno.
C’è chi guarda Uomini e donne, chi Amici, chi legge fumetti (che voglia di un Dylan Dog!!!) e chi, per rilassarsi e spegnere quei due neuroni rimasti, legge romanzi di bassa lega.
Io.
Insomma, amiche, portatevelo in spiaggia, tanto se siamo fortunate un’altro prima dell’estate non lo scrive.
Sognate un po’ l’amore, sentite il sapore del vino fingete di essere giovani e belle come Angelica.
E buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...